Sergio Sgrilli

artisti /

Classe ’68, nasce e cresce in riva al mare della Maremma Toscana.
Poca voglia di studiare sui libri e troppa di imparare dalla Vita, si consacra autodidatta per necessità e, giovanissimo, sale sul palco con un sogno: la musica. Suona di tutto. Artista di sera e operaio di giorno fino al ’90, anno in cui sceglie di sposare a pieno la sfera artistica creativa. “Chitarra e sacco a pelo” gira per anni tra località turistiche italiane e un pò di mondo. Nel ’96 si integra nella realtà del locale di cabaret Zelig e si ferma a Milano dove inizia a studiare le basi del teatro con vari stage. Schivo e distante dal jet set, si vanta di essere l’unico comico della sua generazione a non aver scritto un libro. Resisterà? Difficile rinchiuderlo in una definizione e se, inevitabilmente, lo Sgrilli comico troneggia per popolarità sugli altri, è impossibile capire Sergio senza tener conto dello Sgrilli musicista, cantante, attore, regista, interprete, autore, improvvisatore, essere pensante. Amante della semplicità dai diversi piani di lettura, continua a ripetere a tutti “ devi vedermi dal vivo!” ed è su questo che da sempre punta tutto, sul rapporto con il pubblico, sull’approccio live, detto in altre parole: sulla VITA!

Formazione:
Un bel po’ di lavori hanno formato sia l’uomo sia l’artista: bagnino, saldatore, commesso, cameriere, barman, parcheggiatore, musicista… Le passioni poi hanno creato incontri e interazioni con altri che hanno segnato l’animo: musica, sub, moto, enduro, mare, neve, mangiare, bere… Viaggi, traslochi, il vivere e lavorare in giro hanno fatto il resto: Roma, Milano, Follonica, l’Elba, Firenze, Napoli, Svizzera, Europa, Australia, Africa… “ Non esiste una regione o provincia d’Italia in cui non abbia fatto più di uno spettacolo” Il tutto affinato da stage e corsi mirati: narrazione, maschera neutra, improvvisazione teatrale, teatro danza.